domenica , 22 settembre 2019

Weekend 17-18 febbraio 2018

Al Museo di Arte Moderna e Contemporanea (MART) di Rovereto (TN) dal 5 novembre 2017 al 18 marzo 2018: “Carlo Alfano soggetto spazio soggetto”

carlo_alfano_rovereto

50 opere che illustrano il percorso creativo dell’artista dalla metà degli anni Sessanta alla fine degli anni Ottanta. Un’esposizione monografica di lavori esibiti raramente o assenti da tempo dalla scena espositiva internazionale. Tra le opere più famose, che si contraddistinguono per la cinetica e gli ambienti tridimensionali, troviamo la serie delle “Distanze” e l’opera “Stanza per voci”, installata per la prima volta nella versione a doppio telaio, il ciclo “Frammenti di un autoritratto anonimo”, cominciato nel 1969 e concluso solo con la scomparsa dell’artista. Le opere provengono da importanti collezioni private e da istituzioni pubbliche, come la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e il Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli.
Orario: da martedì a domenica 10 – 18. Venerdì 10 – 21. Lunedì chiuso.

Sapori del territorio: “Alto Adige Doc” – Diversi vini bianchi, rosati e rossi, riuniti sotto l’unica denominazione “Alto Adige” o “dell’Alto Adige”: i vini “Alto Adige” Pinot Bianco, Chardonnay, Pinot Grigio; Riesling, Sauvignon, Traminer Aromatico, Moscato Giallo, Muller Thurgau, Sylvaner e Kerner, con o senza specificazione di sottodenominazione, possono essere prodotti anche nella tipologia “Passito”.
Immissione al consumo: dopo il 1° giugno dell’anno successivo alla vendemmia.
Abbinamenti: nostrano, grana fresco, speck, salame, wurstel.
 

Dal 15 dicembre 2017 al 13 maggio 2018 ai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi a Macerata: “Capriccio e Natura. Arte nelle Marche del secondo Cinquecento. Percorsi di rinascita”

capriccio_natura_macerata

Una mostra per valorizzare il patrimonio culturale delle aree colpite dal sisma attraverso opere d’arte provenienti dai musei e dalle collezioni pubbliche ed ecclesiastiche interessate dall’ultimo terremoto. Troviamo capolavori di Taddeo, Federico Zuccari, Federico Brandani, Barocci, Andrea Boscoli, Tintoretto, Cavalier D’Arpino, Baglione, Gasparre Gasparrini e il suo più importante allievo Giuseppe Bastiani.
Orario: 10 – 18. Lunedì chiuso.

Sapori del territorio: “Cartoceto Dop” – L’olio extra vergine di oliva Cartoceto è prodotto dalle varietà di olivo Raggiola, Frantoio e Leccino o altre minori come Raggia, Moraiolo o Pendolino e presenta un’acidità massima del 0,5% (espresso in acido oleico). L’olio presenta un colore verde con riflessi giallo oro per gli oli ancora molto freschi, giallo oro con riflessi verdognoli per gli oli più maturi. Ha un odore fruttato di oliva verde, da leggero a medio, con lieve sentore di erbaceo. Il suo gusto risulta armonico, con sensazioni tra il fruttato verde, dolce, amaro e piccante fusi.
 

A Bari presso il Museo e Pinacoteca d’Arte Medievale e Moderna della Città Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto” dal 21 ottobre 2017 al 31 marzo 2018: “Sandro Chia e i guerrieri di Xi’an”

corrado_ciaquinto_bari

Dieci grandi sculture, tratte dal celebre esercito di guerrieri dell’imperatore Qin Shi Huang ritrovate in Cina, rielaborate dall’artista toscano usando una vivacissima e personalissima cromia. Insieme ai busti interi troviamo copie di sette teste di guerrieri di Xi’an, anch’esse “rivisitate” dalla policromia di Chia, da sedici grandi e coloratissimi monotipi e da dieci tecniche miste ispirate anch’esse al formidabile esercito cinese.
Orario: da martedì a sabato 9 – 19 (ultimo ingresso ore 18,30). Domenica 9 – 13 (ultimo ingresso ore 12,30). Lunedì chiuso.

Sapori del territorio:“Pane di Altamura Dop” – Il Pane di Altamura è un prodotto di panetteria ottenuto dal rimacinato di semola di grano duro. Si trova commercializzato in pagnotte, di peso non inferiore a 0,5 kg. Presenta due forme tradizionali, la prima delle quali, denominata localmente ‘U sckuanète: pane accavallato e alto, accavallata, senza baciatura ai fianchi; l’altra più bassa, localmente denominata ‘a cappidde de prèvete: a cappello di prete, non presenta bacatura. Il Pane di Altamura è croccante e molto profumato, con una soffice mollica di colore giallo paglierino. La sua principale caratteristica è la durevolezza: la sua freschezza si mantiene, infatti, inalterata per giorni.