domenica , 17 ottobre 2021

Cresce la cultura della bilateralità intorno all’ente bilaterale della panificazione

Fiesa Assopanificatori impegnata a promuovere la bilateralità nella panificazione

 

Nella panificazione, in cui Fiesa Assopanificatori Confesercenti è tra le Associazioni maggiormente rappresentativa, sta crescendo la cultura della bilateralità imperniata intorno all’Ente bilaterale della panificazione – Ebipan – e al Fondo sanitario integrativo della panificazione –Fonsap.

Si tratta di due enti strumentali della contrattazione che operano a tutela e sostegno della categoria dei panificatori e dei loro addetti, di cui Confesercenti è principale attore.

Come è noto, questi sono enti e fondi di origine contrattuale, nazionale e/o territoriale, composti e gestiti in modo paritetico da rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro, che hanno la finalità di erogare agli aderenti servizi e prestazioni di varia natura grazie ai contributi versati dalle parti.

Nell’ambito sanitario opera il FONSAP, di cui è Presidente Vinceslao Ruccolo Vicepresidente nazionale di Fiesa Assopanificatori e Presidente regionale della Fiesa dell’Abruzzo, che sta erogando fondi di assistenza sanitaria e socio-sanitaria integrativa, un fondo che ha grandi potenzialità di crescita in quanto si è in presenza di una caratterizzazione di altissima frammentazione e ridottissime dimensioni di impresa che hanno bisogno di conoscere tali strumenti.

L’adesione ad EBIPAN e a FONSAP è prevista dal CCNL Panificatori stipulato da FIESA ASSOPANIFICATORI CONFESERCENTI, FIPPA-FEDERAZIONE ITALIANA PANIFICATORI e FLAI-CGIL, FAI – CISL e UILA-UIL  e costituisce un preciso obbligo contrattuale per le imprese che lo applicano, assolvendo così ogni obbligazione verso i lavoratori e completando/integrando il trattamento economico e normativo nei confronti dei lavoratori: EBIPAN è pertanto l’unico ente bilaterale di riferimento per le imprese della panificazione così come Fonsap è l’unico ente di assistenza sanitaria integrativa.

Aderendo alla bilateralità e ottemperando ai relativi obblighi contributivi, il datore di lavoro assolve, dunque, ogni obbligazione nei confronti dei lavoratori. Si ricorda che la mancata adesione dell’impresa agli Enti Bilaterali EBIPAN e FONSAP comporterà l’obbligo per il datore di lavoro, in adempimento a quanto previsto dall’Accordo di rinnovo del CCNL Panificazione del 13 febbraio 2013, di erogare in via diretta a ciascun lavoratore un importo mensile pari ad euro 20,00 lordi riconosciuto per 14 mensilità. Tale importo non è assorbibile e rappresenta un elemento aggiuntivo della retribuzione (EAR) che incide dunque sugli istituti retributivi di legge e contrattuali ad esclusione del TFR.

Per questo motivo Fiesa Assopanificatori è impegnata a promuovere presso tutte le imprese aderenti l’adesione alla bilateralità e incita le sedi territoriali Confesercenti a contattare i panificatori dei rispettivi territori e sostenere l’adesione dei panificatori a Ebipan e Fonsap sottolineando che la bilateralità è un valore aggiunto e consente di affrontare in modo intelligente e misurato le problematiche di settore.

In questo senso si degnala che EBIPAN ha nel breve in programma il finanziamento delle seguenti attività formative riservate agli aderenti:

formazione relativa a tutti gli adempimenti previsti dal D.Lgs 81/2008; formazione relativa all’igiene degli alimenti; formazione per l’innovazione tecnologica e produttiva; gestione d’impresa. È attivo il Regolamento per il rimborso delle integrazioni a carico del datore di lavoro nel periodo di congedo parentale delle lavoratrici e dei lavoratori. È in fase di approvazione il Regolamento sulla premorienza, ovvero una copertura assicurativa a salvaguardia degli eredi dei lavoratori deceduti in ambito lavorativo.

Sono perfezionati gli interventi per il finanziamento dell’attività di sorveglianza sanitaria degli addetti e degli interventi legati all’emergenza Covid-19 (Es.: Diaria giornaliera per i datori di lavoro che sono stati ricoverati o in isolamento; Tamponi, ecc.). Le attività di EBIPAN sono consultabili sul sito istituzionale, www.ebipan.it.

Per quanto riguarda il FONSAP, ha lo scopo di erogare prestazioni di assistenza sanitaria ad integrazione dei trattamenti sanitari erogati dal Servizio Sanitario Nazionale. Possono essere iscritti al FONSAP, tutti i lavoratori dipendenti di aziende di panificazione anche se per attività collaterali o complementari, di negozi di vendita al minuto di pane, generi alimentari e vari. Il Piano Sanitario del FONSAP è prestato a favore dei lavoratori dipendenti del Settore della Panificazione, assunti con contratto a tempo indeterminato o determinato con una durata superiore a 9 mesi nell’anno solare, ai loro coniugi o conviventi more uxorio ed ai figli (quest’ultimi solo se fiscalmente a carico). Il FONSAP, in caso di malattia e/o infortunio degli iscritti, offre la possibilità di avere il rimborso delle spese sostenute per le cure necessarie o, in alternativa, beneficiare di prestazioni sanitarie attraverso le strutture sanitarie, convenzionate con Unisalute. Le prestazioni erogate sono consultabili sul sito del FONSAP, www.fonsap.it, con il rimborso dei costi documentati: prestazioni odontoiatriche; infortuni professionali; pacchetto maternità; protesi ausili/ortopedici ed acustici; stati di non autosufficienza; prevenzione; trattamenti fisioterapici riabilitativi; visite specialistiche; ricovero in istituto di cura.

Di Fonsap Fiesa Assopanificatori esprime sia il Presidente che il Direttore.

In questo periodo di emergenza sanitaria, il FONSAP, in collaborazione con il gruppo UnipolSai garantisce una COPERTURA SANITARIA PER L’EMERGENZA COVID-19. L’obiettivo è quello di fornire un aiuto economico agli iscritti positivi al virus, attraverso una diaria, sia in caso di ricovero sia in caso di isolamento domiciliare. È, inine,  in fase di contrattazione con la compagnia di assicurazione la cosiddetta “Polizza datori” che tende alla copertura dei costi delle prestazioni sanitarie sostenute dai titolari d’impresa.

Per qualsiasi informazione gli aventi interesse possono rivolgersi alle sedi Confesercenti del proprio territorio o in alternativa fare riferimento alla segreteria nazionale Fiesa all’indirizzo fiesa@confesercenti.it