domenica , 17 ottobre 2021

Weekend 1-2 aprile 2017

Al Museo Egizio di Torino dall’11 marzo al 10 settembre 2017: “Missione Egitto 1903-1920”

missione_egitto_torino

L’esposizione si compone di circa 400 oggetti tra: reperti, documenti, lettere, filmati, fotografie e manifesti storici che raccontano l’attività della M.A.I., la Missione Archeologica Italiana, e del suo fondatore, Ernesto Schiaparelli che, tra il 1903 e il 1920, arricchisce la collezione del Museo Egizio di circa 30.000 pezzi tra cui capolavori di inestimabile valore come i preziosi corredi della tomba di Kha e Merit, della tomba di Nefertari o le bellissime pitture della tomba di Iti e Neferu.
La mostra è articolata in 9 sezioni differenti, all’inizio troviamo un panorama sul contesto storico e politico dell’Europa e del Mediterraneo di fine Ottocento e inizio Novecento e, in un’altra sezione, a cura del Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino, troviamo un omaggio al medico e antropologo Giovanni Marro che lavorò durante le missioni di scavo.
Orari: lunedì 9.00 – 14.00. Martedì – domenica 9.00 – 18.30.

Sapori del territorio: “Asti o Asti Spumante – Moscato d’Asti Docg” – Dalle uve di Moscato.
Moscato d’Asti: colore paglierino più o meno intenso; odore fragrante; sapore dolce, armonico.
Gradazione minima: 11°.
Asti o Asti Spumante: colore da paglierino a dorato; odore spiccato; sapore aromatico.
Gradazione minima: 12°.
Abbinamenti: panettone, dolci da forno, crostata di frutta.
 

Dal 25 marzo al 25 giugno 2017 agli Uffizi di Firenze: “Maria Lassnig – Woman Power”

maria_lassnig_firenze

La mostra copre cinque diversi decenni di attività di Maria Lassnig (1919 – 2014), una delle artiste più significative della seconda metà del XX secolo insieme a Luoise Bourgeois e Joan Mitchell.
Premiata con il Leone d’Oro alla Carriera alla Biennale di Venezia del 2013, la sua pittura è singolare, sia per quanto concerne lo stile, che per il contenuto, il cui tema prediletto è l’artista stessa, infatti, la grande maggioranza dei suoi lavori sono autoritratti, anche nei casi in cui le opere presentino un titolo diverso.
Orario: 8.15 – 18.50.

Sapori del territorio: “Toscano Igp” – Olio extra vergine di oliva con le seguenti caratteristiche chimiche ed organolettiche: acidità massima 0,60%; perossidi < 16 Meq02/kg.; colore dal verde al giallo oro con variazione cromatica nel tempo; odore fruttato accompagnato da sentore di mandorla, carciofo, altra frutta matura, verde di foglia; sapore fruttato marcato. Gli altri parametri chimico-fisici sono conformi all’attuale normativa UE sugli oli di oliva.
 

“Fatte pittà. Napoli e i colori delle sue canzoni“. Castel dell’Ovo – Napoli dal 31 marzo al 10 aprile 2017

fatte_pitta_napoli

La mostra di Maurizio Vinanti, dedicata a Napoli e alle sue canzoni, era una idea che gravitava già da tempo nei pensieri del maestro e deriva dalla passione paterna per questa città e per la sua immortale musica. Vinanti, pur essendo fiorentino, è cresciuto ascoltando le romantiche canzoni classiche partenopee, le cui note, provenienti da un registratore nero Philips, accompagnavano spesso i momenti di relax familiari. Il destino ha poi voluto completare l’opera legandolo anche professionalmente alla città partenopea.
Musica, colori e panorami mozzafiato si fondono dando origine ad una serie di fantastici dipinti che, grazie alla tipica vena surrealista dell’artista, raccontano in chiave onirica la storia dei vicoli napoletani, della sua gente, l’incredibile vivacità di Napoli, i suoi odori, i suoni, le parole e la musica.
Accompagna le sue opere Carla Adamo, inseparabile compagna di vita, che aggiunge poesia al colore e completa questi meravigliosi lavori.
Orari: dal lunedì al sabato 10.00 – 19.00. Domenica 10.00 – 13.30.

Sapori del territorio: “Capri Doc” – Nei tipi: Bianco e Rosso.
Abbinamenti: caciocavallo, provola affumicata, provolone del monaco, zuppa alla marinara.