domenica , 17 ottobre 2021

Weekend 13-14 febbraio 2016

A Palazzo Reale di Milano arriva la mostra sul Simbolismo

simbolismo_milano

Con oltre 2.000 mq di superficie espositiva e 24 sale site al piano nobile di Palazzo Reale di Milano, si è aperta la mostra “Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla Grande Guerra”. In programma fino al 5 giugno prossimo, mette per la prima volta a confronto i simbolisti italiani con quelli stranieri grazie a circa un centinaio di dipinti, oltre alla scultura e una eccezionale selezione di grafica, che rappresenta uno dei versanti più interessanti della produzione artistica del Simbolismo, provenienti da importanti istituzioni museali italiane ed europee oltre che da collezioni private.

Sapori del territorio: “Quartirolo Lombardo Dop” – Formaggi di latte vaccino intero o parzialmente scremato, molle da tavola, di breve stagionatura, forma parallelepipeda quadrangolare a facce piane con scalzo diritto. Peso 1,5-3,5 kg., altezza 4-8 cm. e diametro 18-22 cm. Pasta unita, leggermente grumosa eventualmente con piccoli distacchi ed anfrattuosità, friabile che diventa più compatta con il progredire della stagionatura, colore bianco – bianco paglierino.

 

“James Tissot” fino al 21 febbraio al Chiostro del Bramante

james_tissot_roma

In otto sezioni tematiche, presso il Chiostro del Bramante a Roma, sono disposte 80 opere provenienti da musei internazionali come la Tate di Londra, il Petit Palais e il Museo d’Orsay di Parigi di James Tissot, pittore francese esponente della corrente Realista nata a metà dell’Ottocento. La mostra sarà visitabile fino al 21 febbraio prossimo.

Sapori del territorio: “Pane Casareccio di Genzano Igp” – Il Pane Casareccio di Genzano è commercializzato per il consumo in pagnotte tonde o in filoni di peso da 0,5 a 2,5 chilogrammi. Il profumo e la fragranza del Pane di Genzano vanno attribuiti all’uso del lievito acido e alle quantità/varietà dei cereali impiegati.

 

Alberto Burri e i Poeti – Materia e suono della materia in mostra al Maon di Cosenza

alberto_burri_cosenza

“Burri e i Poeti: materia e suono della parola” è la mostra in programma fino al 28 febbraio al MAON Museo d’arte dell’Otto e del Novecento a Cosenza. L’evento curato da Bruno Corà presidente della Fondazione Burri, e da Tonino Sicoli, direttore del MAON, si inserisce nell’ambito delle Celebrazioni per il Centenario della nascita di Alberto Burri (1915–2015), figura fra le più rappresentative della ricerca artistica più avanzata, riferimento indiscusso delle avanguardie del secondo Dopoguerra. La sua arte ha influenzato il lavoro di altri grandi artisti del Secondo Novecento, come ad esempio Robert Rauschenberg, uno dei maggiori esponenti del New Dada e ispiratrore della Pop Art americana, che nel 1953 trascorse un lungo periodo a Roma, dove conobbe e frequentò Burri, rimanendone influenzato profondamente.

Sapori del territorio: “Salsiccia di Calabria Dop” – Impasto ben amalgamato delle carni della spalla e della sottocostola dei suini, esclusi gli animali congelati, con lardo ed ingredienti aromatici naturali ed insaccato in budella naturali di suino, successivamente forate e quindi intrecciate a mano nella caratteristica forma a catenella lunga 70-80 cm. Al taglio risulta a grana media, con il grasso ben distribuito, di colore rosso naturale o rosso vivace a seconda che sia stato utilizzato il pepe nero o il peperoncino rosso dolce o piccante, il profumo più o meno intenso naturale, la sapidità equilibrata o più intensa (piccante).