domenica , 17 ottobre 2021

Weekend 20-21 maggio 2017

Dal 20 maggio all’11 giugno 2017 al Museo Francesco Gonzaga di Mantova: “Anna Maria Artegiani – Meditazione sul Tempo del Sacro e dintorni”

artegiani_mantova

Venti opere ad olio, accompagnate da aforismi, della pittrice perugina Anna Maria Artegiani. Una mostra che vuole far meditare sul “Tempo qualitativo”, rappresentato per eccellenza dal Tempo del Sacro e dalle discipline ad esso inerenti. I quadri sono stati già presentati con successo alla galleria Artemisia di Perugia e al Museo Diocesano di Terni, e, tra i visitatori, il noto cantautore e musicista Franco Battiato che ha impreziosito il catalogo con sue didascalie.
Orario: da mercoledì a domenica 9.30-12.00 e 15.00-17.30.

Sapori del territorio: “Cellatica Doc” – Con le uve di Marzemino o Berzamino (minimo 30%), Barbera (minimo 30%), Schiava gentile media o grigia (minimo 10%), Incrocio Terzi n° 1, ovvero Barbera per Cabernet Franc (minimo 10%). Colore rosso rubino; odore vinoso tipico; sapore sapido, asciutto, con retrogusto leggermente amarognolo. Gradazione minima: 11,5°. Con una gradazione minima di 12° e un affinamento obbligatorio di circa un anno, questo vino può fregiarsi della qualificazione “Superiore”.
Abbinamenti: grana padano, parmigiano reggiano, quartirolo provolone.
 

Al Palazzo della Cancelleria di Roma dal 7 al 28 maggio 2017: “Persistencia” – Rassegna di opere dell’artista cubano Roberto Fabelo

persistencia_roma

In mostra quaranta lavori di Roberto Fabelo esposti in precedenza presso numerosi e prestigiosi spazi pubblici e privati americani ed europei. Un suo “Autoritratto” fa parte della collezione permanente della Galleria degli Uffizi a Firenze.
La sua seducente pittura è alla ricerca del contrasto narrativo e della stupefazione e si riaggancia, non solo idealmente, “alle enigmatiche allusioni esibite dal Giardino delle delizie di Hieronymus Bosch per declinarsi nel caldo intimismo di un Velázquez o nella insinuante corrosività di un Goya fino a toccare le diverse declinazioni oniriche del surrealismo”, come scrive in catalogo il critico d’arte Luciano Caprile, che aggiunge “Ne deriva una denuncia della società che si nutre di equivoci e di contraddizioni, di eccessi espressivi e di esibizioni comportamentali”.
La mostra è patrocinata dall’Ambasciata di Cuba presso la Santa Sede e dal Pontificio Consiglio della Cultura dello Stato del Vaticano.
Orario: tutti i giorni 10 – 12,30 e 15,30 – 18.

Sapori del territorio: “Est! Est!! Est!!! di Montefiascone Doc” – Dalle uve di Trebbiano toscano (Procanico), Malvasia bianca toscana e Rossetto (Trebbiano giallo). Dal colore paglierino più o meno intenso, brillante; odore fine, caratteristico, leggermente aromatico; sapore secco, abboccato o amabile, sapido, armonico, persistente. Gradazione minima: 10,5°.
Abbinamenti: mozzarella di bufala, fior di latte, ricotta romana, gnocchi.
 

A Napoli dal 13 maggio al 19 giugno 2017 presso Lo Spazio Martucci 56: “Nel segno di LUCA dell’immagine, della scrittura, del silenzio”

nel_segno_luca_napoli

La mostra ha l’obiettivo di ripercorrere la vicenda artistica e culturale di Luca Luigi Castellano, figura vulcanica ed eclettica, animatore dell’avanguardia a Napoli. La retrospettiva rientra nella programmazione del Maggio dei Monumenti 2017 del Comune di Napoli.
Orario: lunedì 17.00 – 19.00. Dal martedì al venerdì 10.30 – 13.30 e 17.00 – 19.00. Sabato 10.30 – 13.30.

Sapori del territorio: “Costa d’Amalfi Doc” – Bianco, Rosso, Rosato.
Abbinamenti: caciocavallo affumicato, capocollo campano, provolone del monaco, salsiccia, salame.