mercoledì , 19 gennaio 2022

Weekend 28-29 novembre 2015

Alla Triennale di Milano “Ennesima”: cinquant’anni di arte italiana in sette mostre

ennesima_milano

Settanta artisti per sette mostre, ma da vedere in un’unica grande esposizione che raccoglie al primo piano della Triennale di Milano le opere più rappresentative degli ultimi 50 anni dell’arte italiana: dagli anni ’70 ad oggi. Il 26 novembre, giorno di apertura, si toccherà con mano la storia dell’arte contemporanea: 120 opere accompagnate da video screening, performance, conferenze e talk, divise in 7 sale. La mostra “Ennesima” sarà visitabile fino al 6 marzo 2016. Presente in mostra vicino a Vincenzo Accame, Yuri Ancarani, Gianfranco Baruchello, Vanessa Beecroft, Alighiero Boetti, Maurizio Cattelan, Francesco Clemente, Roberto Cuoghi, Gino De Dominicis, Lara Favaretto, Emilio Isgrò, Jannis Kounellis, Luigi Ontani, Vettor Pisani, Michelangelo Pistoletto, Luca Vitone e molti altri.

Sapori del territorio: “Parmigiano Reggiano Dop” Formaggio di latte di vacca, proveniente da bovine la cui alimentazione base è costituita da foraggi di prato polifita o di medicaio, semigrasso, a pasta cotta, a lenta maturazione (almeno fino al termine dell’estate dell’anno successivo a quello di produzione), di forma cilindrica a scalzo leggermente convesso o quasi diritto con facce piane leggermente orlate, usato da tavola o da grattugia. Peso medio 24-40 kg., altezza 18-24 cm. e diametro 35-45 cm.

 

Ad Orvieto il alza il sipario sul Festival Internazionale Arte e Fede

arte_fede_orvieto

Dal 28 novembre fino all’8 dicembre ad Orvieto è di scena il Festival Internazionale Arte e Fede giunto alla sua decima edizione. Molti gli appuntamenti in calendario: si comincia sabato con il concerto Meditazione per il Giubileo della Misericordia tenuto dal Coro della Diocesi di Roma – Orchestra fideles et amati – direttore Mons. Marco Frisina. Altro appuntamento da non perdere è l’incontro “Annunciate a tutti la misericordia di Dio” con Padre Enzo Bianchi, fondatore e priore della Comunità Monastica di Bose, che si terrà in Duomo il 30 novembre alle 18.30. Il 4 dicembre alle 21, sempre al Duomo, sarà invece di scena lo spettacolo sull’attualissimo tema dell’emigrazione e dei rifugiati “Refugees” di Ugo Bentivegna, con Claudia Koll e Valeria Contadino. Il 5 dicembre, invece, la location sarà la Basilica Santa Cristina di Bolsena dove, alle 18, ci sarà la testimonianza di Chiara Amirante, fondatrice della Comunità Nuovi Orizzonti, che presenterà il suo ultimo libro “Dialogare con Dio”. Il 6 dicembre alle 18 nell’atrio di Palazzo dei Sette il Festival propone, in collaborazione con la rassegna de “Il libro Parlante” – Libreria dei Sette, l’incontro con lo scrittore Corrado Augias che presenterà il suo ultimo libro “Le ultime diciotto ore di Gesù”. Chiuderà il Festival, l’8 dicembre, nel giorno di apertura del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco, “Mater Misericordiae”- L’arte dei Madonnari per le vie del centro storico di Orvieto.

Sapori del territorio: “Prosciutto di Norcia Igp” Prodotto salato e naturalmente stagionato preparato con coscia/natica di suini adulti e pesanti, rispondenti a determinati requisiti di produzione. Forma tondeggiante con alla sommità un taglio ad arco che gli conferisce l’aspetto tipico a pera. I muscoli della parte mediale sono sezionati trasversalmente al di sotto della noce. Il peso, di norma, non è inferiore a 8,5 kg., la fetta si presenta di colore dal rosato al rosso con aroma e sapore sapido, ma non salato.

 

Tesori di Sicilia. Una mostra riporta la coppa d’oro di Sant’Angelo dal British Museum ad Agrigento

tesori_sicilia

Ad Agrigento “ritorna” temporaneamente la preziosa patera aurea di Sant’Angelo Muxaro: un evento irripetibile e straordinario che celebra i 250 anni della Biblioteca Lucchesiana. Una mostra dal titolo “Tesori dalla Sicilia” sarà aperta nel palazzo storico agrigentino tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 18.00, da martedì 24 novembre fino a lunedì 14 dicembre. La patera è un reperto arrivato al British Museum di Londra nel 1772 tramite una donazione. Assieme all’antica coppa d’oro decorata a rilievo con una fila di sei buoi, altri oggetti molto preziosi saranno esposti alla Lucchesiana. Si tratta due anelli con grosso castone decorati ad incisione con una mucca che allatta un vitellino e un lupo ritrovati sempre a Sant’Angelo e custoditi a Siracusa presso il Museo archeologico “Paolo Orsi”.

Sapori del territorio: “Eloro Doc” – Dalle uve dei vitigni Nero d’Avola, Frappato e Pignatello e l’eventuale aggiunta di quelle di altri vitigni (massimo 10%). Rosso, Rosato. Abbinamenti: ragusano, pecorino siciliano, polpettone siciliano, provola.